5 oli da cucina per una pelle bella!

Nostro Alimentazione e il nostro cibo sono fattori chiave per la bellezza della nostra pelle ed è interessante vedere che alcuni componenti sono addirittura essenziali. A parte la frutta, ogni piatto preparato, sia esso un piatto pronto o una semplice insalata, prevede l'utilizzo dell'olio da cucina. Ci siamo abituati ad utilizzare sempre lo stesso olio per tutte le nostre preparazioni culinarie. Se non è l'olio di girasole, allora sarà l'olio d'oliva vergine o addirittura l'olio extra vergine d'oliva per i più buongustai. Esistono però una moltitudine di oli che vengono utilizzati nella preparazione di piatti che sono una delizia per le papille gustative e per le nostre piccole cellule. Gli oli, a seconda della loro origine e della loro qualità, sono infatti in grado di fornire alla nostra pelle preziosi benefici risultando in una bella pelle idratata, elastica, soda e rimpolpata. Approfittate quindi per variare i vostri oli da cucina e per preparare, soprattutto con l'arrivo delle belle giornate, insalate belle, originali e delicatamente profumate che faranno il massimo bene alla vostra pelle, a patto ovviamente che optiate per olii vergini. Quindi ecco una piccola selezione di oli vergini benefici per la tua pelle, che miglioreranno le tue insalate e altre verdure, insieme a idee per ricette.

Perché l'olio vergine rende la pelle bella

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo prima fare luce sul composizione di un olio vegetale. Ogni olio vegetale si distingue per la sua composizione entro i due grandi famiglie biochimici che lo compongono: trigliceridi - lipidi costituiti da diversi tipi di acidi grassi - e insaponificabili - set di componenti raggruppamento vitamine insieme, carotenoidi, polifenoli, ecc.
Questo è il suo contenuto Acidi grassi monoinsaturi - Omega 9 - e soprattutto polinsaturi - Omega 3 e 6 - che determinerà la capacità di rigenerare le nostre piccole cellule, per consolidare la funzione barriera dell'epidermide evitando la perdita insensibile di acqua conseguente idratata, fermo e sprimacciò. Sappiate che Omega 3 e 6, chiamati acidi grassi essenziali, non sono - o quasi non - sintetizzati dal nostro corpo, l'unica fonte rimane quindi cibo o cosmetici cura, da qui l'importanza di garantire una regolare assunzione..

La scelta di un olio da cucina vergine che sia benefico per la nostra pelle inizia quindi dalla scelta di un olio ricco di questi Omega. Che dire degli insaponificabili nell'olio vegetale così chiamati perché questi composti non possono trasformarsi in sapone? Si tratta di composti presenti in piccole quantità ma comunque sufficienti per un beneficio estremamente prezioso per la nostra pelle. Questo è il loro contenuto nell'olio e in particolare il loro contenuto in vitamina A ed E, steroli, polifenoli, e squalene che determineranno la capacità o meno di questo olio di godere di un'azione antiossidante, rigenerante o ricostituente. Per questo è importante assicurarsi che l'olio vegetale sia ricco di insaponificabili prima di scegliere un olio. Ovviamente assicurati di controllare l'etichetta "vergine" dell'olio da cucina che hai acquistato perché solo questa etichetta darà all'olio tutta la sua ricchezza biologica e quindi tutti i benefici attesi per la tua pelle.

Olio extra vergine di oliva per riparare la pelle

Oltre alla sua ricchezza in acido oleico, che idraterà e donerà luminosità ed elasticità alla pelle, olio d'oliva si distingue dagli altri oli per una composizione molto vicina al sebo della pelle che ne permette un buon assorbimento.
È interessante per il suo alto contenuto di entrambi vitamine E, polifenoli, steroli e squalene che gli conferiscono un'azione antiossidante, restitutiva e antinfiammatoria.

Ci sono 3 tipi di fruttato in termini di gusto; il fruttato verde quando le olive vengono raccolte prima della loro maturazione, il fruttato maturo quando vengono raccolte a maturità e il fruttato nero quando le olive hanno anche iniziato a fermentare. L'olio d'oliva dal fruttato verde è il più ricco di polifenoli e quindi il più vantaggioso per combattere l'invecchiamento precoce della pelle, quindi opta per un olio di oliva preferibilmente vergine dal fruttato verde. Inoltre è molto aromatico, quindi potete mangiarlo anche semplicemente su un buon pane o un filetto di pesce o per esaltare le vostre verdure crude.

Olio di sesamo vergine e suoi lignani, ottimo per preservare la giovinezza della pelle

I semi contengono tra il 50 e il 57% di olio. La caratteristica dell'olio di sesamo risiede nella sua ricchezza in acido linoleico - Omega 6. Pertanto, l'olio di sesamo riduce la perdita insensibile di acqua - fenomeno naturale e impercettibile che ci disidrata più o meno permanentemente - ripristinando la film idrolipidico. Ci dona quindi una pelle elastica, idratata e luminosa. Quest'olio si distingue per la sua ricchezza in lignani, composti insaponificabili, con proprietà antinfiammatorie e potenti antiossidanti. È consigliato alle pelli a tendenza acneica per regolare l'eccesso di sebo e a tutti i tipi di pelle per ritardarne il rilascio invecchiamento

Si possono gustare per decorare la salsa di questa insalata fresca composta di pomodori allungati tagliati a cubetti (500gr), germogli di soia freschi sbiancate (250gr), quattro scalogno finemente tritato, 1/2 giallo tagliato peperone a dadini, una grande insalata Sucrine , 2 cucchiai di semi di sesamo e 1 cucchiaio di succo di limone. Per la salsa, è necessario mescolare 2 cucchiai di pasta di sesamo tahini o bianco, 2 cucchiai di aceto di riso, 2 cucchiai o cucchiai di succo di lime, 2 cucchiai di olio d'oliva. Sesamo, 1 cucchiaio di salsa di soia e 2 cucchiaini di miele liquido.

L'olio di noce vergine e i suoi composti fenolici buoni per combattere l'invecchiamento

Quest'olio estratto dalla noce con una resa dal 50 al 70% ha una ricchezza in acidi grassi polinsaturi ed in particolare in Omega 3 molto interessante per rafforzare il cemento tra le cellule e rendere la nostra pelle idratata, elastica e compatta. Un altro grande beneficio nutrizionale è il suo alto contenuto di antiossidanti (vitamina E e composti fenolici), scudi protettivi contro l'invecchiamento della pelle.

È un olio che si sposa perfettamente con l'insalata di scarola con mele e Roquefort che potete guarnire con foglie di valeriana e ovviamente gherigli di noce.

Olio vergine di nocciola e suoi fitosteroli, buoni per rigenerare la pelle

La noce ha un contenuto di olio dal 55 al 65%. Lo ameremo per la sua notevole ricchezza in acido oleico - Omega 9 - che gli conferisce poteri rassodanti e idratanti. Ma lo apprezzerete anche per il suo contenuto di vitamina E e soprattutto di fitosteroli che interverranno nella riparazione cellulare e quindi ritardare l'invecchiamento della pelle.

Il suo gusto molto fine dona un sapore squisito a tutte le verdure verdi. Provate a gustarlo su fagiolini freschi cotti ma leggermente croccanti accompagnati da qualche granella di nocciole tostate e scaglie di parmigiano.

Olio di semi d'uva vergine e i suoi composti fenolici buoni per rivitalizzare la pelle

L'olio di vinaccioli è uno dei più ricchi di acido linoleico (omega 6) di cui ora conosci i meriti. È molto popolare per il suo contenuto di composti fenolici, queste piccole pepite che ti aiutano a preservare la vitalità e la giovinezza della tua pelle.

Questo olio ha un gusto neutro sottile ed è più neutro della maggior parte degli altri oli disponibili sul mercato. È inodore e ha una consistenza secca. Per beneficiare dei suoi nutrienti, puoi quindi utilizzarlo, nelle tue insalate o marinate, da solo o mescolarlo con tutti gli altri tuoi oli senza alterarne il gusto.

Ricorda, questi oli sono benefici per la pelle solo se sono immacolati e confezionati in bottiglie marroni o opache. Questo è il motivo per cui L'ODAÏTÈS giura sull'uso di oli vergini per i suoi principi attivi. Per scoprire i nostri trattamenti a base di oli vergini, è qua